suedtiroler-krebshilfe-jenn-evelyn-ann-112980-unsplash

Gli Acconciatori hanno raccolto 2800 Euro per una buona causa

11/06/2020

Le tre associazioni benefiche Debra Südtirol - Alto Adige, Assistenza Tumori Alto Adige e Sogni e Vai hanno ricevuto di recente una donazione di circa € 2.800. Il denaro è stato raccolto nell’ambito della raccolta fondi natalizia promossa dagli Acconciatori lvh.apa.

Grazie alla raccolta fondi avviata nell’ultimo periodo natalizio gli Acconciatori lvh.apa sono riusciti a raccogliere circa € 2.800. All’iniziativa hanno preso parte circa 40 aziende altoatesine, che hanno predisposto nei propri saloni dei box per le offerte prima dello scorso Natale. Il ricavato è stato consegnato alle tre associazioni benefiche Debra Südtirol - Alto Adige, Assistenza Tumori Alto Adige e Sogni e Vai. In questo modo ogni associazione ha ricevuto oltre 900 Euro. “Sono molto orgogliosa che questa iniziativa abbia saputo coinvolgere così tante persone – ha affermato la presidente degli Acconciatori lvh.apa Sigrid Terleth - Si è trattato della prima iniziativa benefica natalizia promossa dalla nostra consulta di mestiere. Spero che in questo modo potremo aiutare persone costrette a trascorrere una vita piena di difficoltà.” La consegna del ricavato è stata ritardata dalla diffusione del Covid-19 ma, nel rispetto delle misure di sicurezza imposte dal virus, Sigrid Terleth e la presidente del Gruppo Cura del corpo e servizi di lvh.apa Monika Lardschneider hanno effettuato la donazione questo lunedì.

I rappresentanti di tutte e tre le associazioni benefiche hanno avuto modo di esprimere la propria soddisfazione. “Soprattutto in tempi difficili come questo siamo felici di ogni contributo utile per aiutarci a sostenere delle persone" – ha evidenziato Claudia Bertagnolli di Assistenza Tumori Alto Adige. Anche il coordinatore del progetto Sogni e Vai, David Tomasi, ha espresso la gioia del suo intero team per una donazione che li aiuterà a realizzare i sogni di alcune persone gravemente malate. Grande felicità e gratitudine infine per Isolde Mayr Faccin, presidente di Debra Südtirol - Alto Adige, che insieme alla propria squadra sostiene i bambini farfalla.

loader
«Non bisogna cercare dì guarire gli occhi senza la testa né la testa senza il corpo, così come il corpo senza l'anima. Se il tutto non sta bene, è impossibile che la parte stia bene; bisogna dunque curare l'anima in primo luogo e in massimo grado, se vuoi che anche le condizioni della testa e del resto del corpo siano buone.»
Platone
Ha domande?
Si metta in contatto con noi.
Richiesta in corso...
whatsapp