suedtiroler-krebshilfe-jenn-evelyn-ann-112980-unsplash

Donazioni invece di rose

29/03/2021

La campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi dell’Assistenza Tumori Alto Adige “Una rosa per la vita", che tradizionalmente si svolge nel periodo di Pasqua, dovrà purtroppo essere annullata anche quest’anno. Pertanto l'Associazione chiede donazioni attraverso altri mezzi.

Dall'inizio degli anni ‘80 l'Assistenza Tumori Alto Adige porta avanti in tutta la Provincia la campagna “Una rosa per la vita". Soprattutto dopo la Santa Messa di Pasqua molti volontari dell'Assistenza Tumori Alto Adige offrono rose in cambio di una donazione simbolica presso i propri stand allestiti in numerose piazze e sagrati. L’azione di beneficenza non è solo un segno di solidarietà, ma rappresenta anche una delle principali fonti di reddito per l’Assistenza Tumori Alto Adige. Con le donazioni l’Associazione finanzia numerosi servizi e prestazioni per i malati di cancro in Alto Adige e le loro famiglie. Tuttavia, come l’anno scorso, anche quest’anno l’iniziativa “Una rosa per la vita” non potrà essere realizzata a causa delle restrizioni dovute al Covid19. Le donazioni ora mancanti comporteranno naturalmente una forte riduzione delle entrate dell’Associazione, proprio ora quando sarebbe più che mai necessario fornire assistenza alle persone colpite. L’Assistenza Tumori Alto Adige chiede quindi un aiuto ai suoi sostenitori e donatori: qualsiasi contributo, anche minimo, è utile e gradito. Le donazioni possono essere effettuate direttamente presso i sette uffici di circondario dell’associazione a Bolzano, Merano, Silandro, Egna, Bressanone, Brunico e Dobbiaco oppure tramite il modulo di donazione online sul sito www.krebshilfe.it con Paypal, carta di credito o bonifico bancario. Su richiesta, l’Assistenza Tumori Alto Adige sarà lieta di consegnare ai suoi sostenitori/donatori una ricevuta della donazione.


loader
«Non bisogna cercare dì guarire gli occhi senza la testa né la testa senza il corpo, così come il corpo senza l'anima. Se il tutto non sta bene, è impossibile che la parte stia bene; bisogna dunque curare l'anima in primo luogo e in massimo grado, se vuoi che anche le condizioni della testa e del resto del corpo siano buone.»
Platone
Ha domande?
Si metta in contatto con noi.
Richiesta in corso...
whatsapp