banner1

Azione IrRINUNCIAbile 2021

17/02/2021

L’"Azione io rinuncio" diventa quest'anno "Azione IrRINUNCIAbile": nel periodo compreso tra il Mercoledì delle Ceneri, 17 febbraio, e il Sabato Santo, 3 aprile, la popolazione è chiamata di nuovo a prenderne parte, con l’obiettivo di non rinunciare a mettere in pratica, nonostante la pandemia, valori, comportamenti e ideali fondamentali per la nostra comunità.

"Il coronavirus influenza la nostra vita più di quanto vorremmo, ma soprattutto ci chiede molte rinunce. Ci sono però alcune cose, tra cui valori importanti, di cui non dovremmo e non dobbiamo fare a meno nonostante la pandemia. Vogliamo mettere questi valori in primo piano e trasformare così quest’anno l’azione ‘Io rinuncio’ in azione ‘irRINUNCIAbile’", dice Peter Koler, direttore del Forum Prevenzione, che in collaborazione con la Caritas, Katholischer Familienverband, Dipartimento di Istruzione di Formazione Tedesco e Ladino e Arbeitsgemeinschaft der Jugenddienste ha dato vita a questa azione nel 2004.

All’azione “Io Rinuncio” hanno aderito ogni anno un numero crescente di associazioni e istituzioni, quest’anno se ne possono contare ben 66, alcune delle quali parteciperanno all’iniziativa con campagne appositamente pensate. L’azione “irRINUNCIAbile” 2021 partirà Mercoledì delle Ceneri 17 febbraio e terminerà Sabato Santo 3 aprile. Le parole che descrivono valori irrinunciabili, come la fiducia ad esempio, si potranno scovare nel crucipuzzle del poster dell’azione e saranno pubblicate come GIF su Facebook e Instagram. Maggiori informazioni sulla campagna sono disponibili sul sito www.io-rinuncio.it.

"youngCaritas for values": durante l'azione “irRINUNCIAbile”, youngCaritas invierà ancora una volta brevi messaggi tramite Facebook e Instagram, ma anche via e-mail, con lo scopo di interrogare le coscienze delle persone e farle riflettere. "Quest’anno, durante la Quaresima, vogliamo riflettere soprattutto su ciò che per noi è irrinunciabile, sui valori che ci permettono di crescere come comunità e su come possiamo superare la distanza fisica, costruendo con la nostra presenza e attenzione ponti gli uni verso gli altri. Come Caritas vogliamo essere costruttori di ponti per tutti, soprattutto per coloro che hanno bisogno del nostro sostegno", dice il direttore della Caritas Paolo Valente, sottolineando il significato di questa iniziativa. Coloro che desiderano ricevere via e-mail i brevi messaggi della youngCaritas sono invitati ad iscriversi all'indirizzo e-mail forvalues@youngcaritas.bz.it, oggetto "forvalues". I messaggi verranno inviati lunedì, mercoledì e venerdì.

L'Associazione Cattolica Famiglie Alto Adige, nell’ambito dell’azione “irRINUNCIAbile”, richiamerà l'attenzione su quanto siano diventati indispensabili nella nostra vita alcuni prodotti. Con il motto "Vivere bene – autoprodurre invece di comprare, vi mostriamo noi come!" inviterà la popolazione a produrre da sé diversi prodotti. Siamo abituati a comprare molte cose di uso quotidiane ogni giorno. Ma ha senso produrne alcune anche da soli. Soprattutto nei settori dei prodotti per la pulizia e dei cosmetici, dalle salviette per bambini, ai panni per la pulizia, al dentifricio, si può fare molto da soli, risparmiando anche denaro. Non ci sarà così spreco di imballaggi e si saprà esattamente cosa conterranno sapone, detergenti e detersivi.

Quest'anno, durante la Quaresima, il Dipartimento di Istruzione di Formazione Tedesco e Ladino sostiene l’azione “irRINUNCIAbile” con unità didattiche digitali tratte dal programma "Wetterfest", che permettono un esame personale sulle proprie competenze di vita. Di fronte alla crisi causata dal Coronavirus, sono soprattutto i giovani, infatti, ad essere chiamati ad agire per un futuro migliore. Al link, http://www.provinz.bz.it/bildung-sprache/didaktik-beratung/gesundheitsfoerderung/lebenskompetenzen.asp tutti gli insegnanti delle scuole medie e superiori riceveranno suggerimenti per la pianificazione delle lezioni.

Durante il periodo di Quaresima, nell’ambito dell’iniziativa “irRINUNCIabile”, i servizi Sprachstelle e Jukibuz del Südtiroler Kulturinstitut, cercheranno le parole alle quali non possiamo rinunciare. Bambini, ragazzi e adulti sono invitati a mandare le loro “parole irrinunciabili” all’indirizzo mail sprache@kulturinsititut.org oppure jukibuz@kulturinstitut.org scrivendo una breve spiegazione del perché sono per loro così importanti. Le parole possono essere spedite da mercoledì 17 febbraio fino alla fine della Quaresima, ricordando di inserire anche il nome, l’indirizzo e l’età (solo se minorenni). Tra quelle ricevute verranno scelte le più belle e messe sul sito internet e sulla pagina Facebook. Inoltre si estrarranno a sorte delle parole che verranno omaggiate con un libro.

Per l’azione “irRINUNCIAbile”, l'Associazione delle Donne Coltivatrici Sudtirolesi si concentrerà quest’anno sul tema dei prodotti locali di alta qualità. Con questa iniziativa si vuole dare spazio al valore del cibo locale, sottolineando il ruolo dei contadini nel processo di produzione di alimenti di alta qualità. "IrRINUNCIAbili" sono anche i valori legati alla produzione di questi alimenti, cioè agricoltura, alimentazione e vita sostenibile. A tale proposito durante la Quaresima verranno pubblicati dei brevi video con protagoniste le contadine che richiameranno l'attenzione su questi aspetti importanti. Ulteriori informazioni sul sito www.baeuerinnen.it.

Gli studenti della scuola media dell'aiuto compiti Kolpingjugend, si sono impegnati e confrontati intensamente con le parole della azione “irRINUNCIAbile”. Il lockdown e il coronavirus hanno scosso parecchio i valori dei giovani. Sono venute fuori cose nuove, sono state stabilite altre priorità, si sono imposti nuovi valori. I risultati dei loro pensieri e delle loro considerazioni ed emozioni, sono stati elaborati in una forma adatta ai giovani come può essere quella di una canzone. È stato girato inoltre un video amatoriale che come prodotto finale sarà disponibile sulla pagina Facebook della Kolpingjugend in aprile.

Chi partecipa all’azione “irRinunciabile”?

Organizzatori: Forum Prevenzione; Katholischer Familienverband Südtirol; Caritas Diocesi Bolzano-Bressanone; Dipartimento istruzione e formazione tedesca; Dipartimento istruzione e formazione ladina; Arbeitsgemeinschaft der Jugenddienste Südtirols;

Con il sostegno: Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige - Ripartizione Salute; Tageszeitung Dolomiten; Katholisches Sonntagsblatt; Südtirol 1; Radio Tirol; Radio Grüne Welle; Radio Sacra Famiglia;

Partner: Prevenzione alcol in Alto Adige

Partecipano all’iniziativa: Hands - Centro consulenza e interventi per problemi di alcol e farmacodipendenza; Centro terapeutico Bad Bachgart; Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della provincia di Bolzano; ACLI - Associazione cristiane lavoratori italiani; KVW Katholischer Verband der Werktätigen Südtirols; netz | Offene Jugendarbeit; AGESCI Associazione guide e scouts cattolici italiani; VSS Verband der Sprotvereine Südtirols; UPAD Università popolare delle alpi dolomitiche; SJR Südtirols Jugendring; Intendenza scolastica italiana - educazione alla salute; Servizio giovani - cultura italiana; Amt für Jugendarbeit-Deutsche Kultur; Consorzio dei comuni della provincia di Bolzano; Comunità comprensoriale Oltradige Bassa Atesina; Comunità comprensoriale Valle Isarco; Comunità comprensoriale Valle Pusteria; Comunità comprensoriale Salto-Sciliar; Comunità comprensoriale val Venosta; Comunità comprensoriale Wipptal; Comunità comprensoriale Burgraviato; VSM Verband Südtiroler Musikkapellen; KFB Katholische Frauenbewegung; KMB Katholische Männerbewegung; UVF Unione provinciale dei vigili del fuoco volontari dell’Alto Adige; Centro tutela consumatori utenti; Azienda sanitaria dell’Alto Adige; Bibliotheksverband Südtirol; AVS Alpenverein Südtirol; La strada-der Weg; Ripartizione formazione professionale agricola, forestale e di economia domestica; SCV Südtiroler Chorverband; CRI Croce rossa italiana; Bergrettungsdienst im Alpenverein Südtirol; C.N.S.A.S. Soccorso alpino e speleologico Alto Adige; youngCaritas; Croce bianca ass. prov.le di soccorso; Infes Centro per i disturbi alimentari; Assistenza tumori Alto Adige; Associazione Jugendhaus Kassianeum; Federazione protezionisti sudtirolesi; Associazione sudtirolese a favore della salute SGGF; Cooperativa sociale Metaziel Onlus; Consultorio familiare Ehe- und Erziehungsberatung Südtirol; Associazione delle donne coltivatrici sudtirolesi; Südtiroler Theaterverband; Heimatpflegeverband Südtirol; Associazione Frauen helfen Frauen; Associazione volontariato in montagna Alto Adige; Kolpingjugend Südtirol; Rete Centri Genitori Bambini Alto Adige; Arbeitsgemeinschaft Südtiroler Heime (a*sh); Arbeitsgemeinschaft Volkstanz; Südtiroler Kulturinstitut; KSL – Katholischer Südtiroler Lehrerbund; biblioteche dell’Alto Adige; Centro per la Pace Bolzano; Associazione musei Alto Adige; Azione Cattolica – Diocesi Bolzano-Bressanone;

Nuovi partner: Volkshochschule Südtirol

loader
«Non bisogna cercare dì guarire gli occhi senza la testa né la testa senza il corpo, così come il corpo senza l'anima. Se il tutto non sta bene, è impossibile che la parte stia bene; bisogna dunque curare l'anima in primo luogo e in massimo grado, se vuoi che anche le condizioni della testa e del resto del corpo siano buone.»
Platone
Ha domande?
Si metta in contatto con noi.
Richiesta in corso...
whatsapp